14 ottobre 2010

Stufato alla Guinness

Questo post era pronto da un pò ma mancavano le foto, faceva ancora troppo caldo per preparare lo stufato alla Guinness. Ieri invece, un pò il freddo, un pò il raffreddore, avevo proprio voglia di prepararlo.

Ecco la mia ricetta:
Io uso una bella pentola di coccio che immergo nell'acqua calda prima di iniziare a cucinare, ma va bene anche una pentola con fondo spesso.

Preparo tutti gli ingredienti: (non ci sono quantità precise perché dipende da come lo usate, se come piatto unico o secondo)

• cipolla qb
• carota qb
• una patata grande, se un po’ vecchia è meglio (le patate vecchie perdono i liquidi ed assorbono il condimento molto meglio)
• piselli (una scatola)
• funghi misti (preferibilmente con porcini, danno un tocco in più)
• carne di vitello, tacchino e maiale (si può sostituire il maiale o il tacchino con le salsicce di pollo, tacchino e suino, io mi trovo bene con quelle coop) tagliate a pezzetti piccoli
• una lattina di Guinness
• sale qb
• olio qb
• pasta sfoglia

Procedimento:

- Svuoto la pentola di coccio dall'acqua (lasciata in ammollo mentre preparo gli ingredienti) e preparo un fondo con olio cipolla e carota. Non far scaldare troppo se usate la pentola di coccio perché si rovina.

- Metto la carne tagliata a pezzettini e lascio rosolare un po’

- Aggiungo una lattina di Guinness e lascio scaldare

- unisco il resto degli ingredienti e copro col coperchio

- quando il brodo si è ristretto a sufficienza (deve risultare abbastanza cremoso, se non vi convince aggiungere farina, meglio se di grano saraceno o un po’ d'acqua)

- riscaldare il forno a 160°

- dividere in porzioni singole in terrine da forno e coprirle con la pasta sfoglia. bucherellarla ed infornare

- quando la pasta sfoglia è cotta (si gonfia ed il colorito è dorato) sfornare e servire.


Buon appetito!

Una golosità: se lasciate che lo stufato diventi abbastanza denso potete metterlo direttamente nella sfoglia facendo dei fagottini. Ottimo per una domenica fuori.

Per la serie "tavola democratica" ecco la versione vegana e anche decisamente light:

Sostituiamo la carne con dei maltagliati (pasta tagliata a forma di rombo, in questo caso non farei dei pezzi troppo grandi, diciamo circa 2cm) fatti di farina di grano saraceno ed acqua (aggiungerei un filo d'olio nell'impasto che stenderete facendo attenzione a non farlo troppo sottile, altrimenti in cottura si sfalda e perdete di consistenza), da aggiungere alla fine, quando abbiamo già tutti gli ingredienti immersi nella birra. Secondo me è ancora più gustoso se si aggiunge del grano saraceno intero, quello che trovate per le minestre. Se pensate che sia troppo liquido, a metà cottura aggiungete un'altra patata, ma a pezzi piccolissimi altrimenti non cuoce bene (non la metterei dall'inizio perché potrebbe assorbire troppo liquido ostacolando la cottura della pasta).

5 commenti:

  1. con le foto è ancora più semplice, grazie!

    RispondiElimina
  2. Anche se non mi piace la birra lo provero' prima o poi sostituendola con l'aceto, sostituisco l'aceto a tutti i piatti che richiedono vino per cui credo che potrebbe funzionare!!! un solo accorgimento... i piselli surgelati sono meglio di quelli in scatola!!! io cerco sempre di non comprare le verdure in sccatola ma di sostituirle con quelle fresche (ove possibile) o surgelate (lo so che costano di piu' ma sono decisamente meglio... io in genere ne faccio un carico quando sono in offerta!!!)

    RispondiElimina
  3. ma come ti vengono ste idee...già mi sono stampato la ricetta deve essere buona

    spero state tutti bene...dai un bacione al nipotino mio ciao un bacio

    RispondiElimina
  4. Questa è da provare già solo perchè c'è la GUINNESS......il tutto deve essere proprio saporito......Bacione a tutti e tre

    RispondiElimina
  5. mi piace provare piatti nuovi.
    devo provarlo...sara' sicuramente buonissimo :)

    RispondiElimina