12 ottobre 2010

Concorso EquAzioni - Votiamo i finalisti

Ecco finalmente le foto finaliste del concorso "Portare i bambini - in vacanza" lanciato questa estate da EquAzioni. Abbiamo partecipato anche noi con la foto di nonna Pata (mia madre si chiama Maria ma Matteo l'ha sempre chiamata così) che, il giorno del suo cinquantesimo compleanno portava per la prima volta il suo nipotino nel mei tai. Le è piaciuto così tanto che ad un certo punto è sparita con Matteo sulle spalle, su per qualche sentiero, per poi ricomparire zompettando allegramente tutti e due con un grosso sorriso stampato in faccia...che bello essere portati dalla nonna vero cucciolo?!
Le nostre foto non sono arrivate in finale ma partecipare è stato ugualmente molto bello, perchè abbiamo avuto la possibilità di condividere, insieme a tanti altri genitori, nonni, zii ed amici il nostro amore per una pratica antica come il portare i bambini, ma allo stesso tempo molto attuale. In un mondo che ci vuole sempre più alienati e soli, che ritiene i bambini capaci di subdole arti volte allo sfinimento fisico e mentale dei genitori, capaci di piangere furbescamente pur di non rimanere soli in un mondo che non conoscono, pieno di stimoli sensoriali che lo confondono e spaventano, completamente diverso dall'ambiente ovattato ed accogliente dell'utero materno... in questo mondo che atribuisce ai bambini le malizie degli adulti noi abbiamo scelto di considerare innocenti i loro pianti e le richieste di rassicurazioni, aiutandoli a scoprire il mondo attraverso questa meravigliosa pratica che , oltre ad avere un grande vantaggio pratico (mani libere per fare mille cose, prevenzione nei neonati della displasia dell'anca, movimenti agevolati in luoghi spesso inaccessibili a passeggini e carrozzine), ha un indubbio vantaggio psicologico, il bambino infatti nei primi mesi viene protetto dai mille stimoli sensoriali che riceve una volta venuto al mondo, riuscendo ad ambientarsi gradatamente alla realtà che lo circonda, inoltre instaura un rapporto di fiducia con la madre (oltre a favorire l'allattamento) che lo porterà ad allontanarsi da lei in maniera graduale portandolo ad una maggiore sicurezza in se stesso. Condividendo la pratica del portare anche col papà, inoltre, sarà favorita anche la costruzione del rapporto padre-bambino, rafforzando quindi il ruolo della figura paterna di "traghettatore" dalla diade madre-bambino alla socialità di quest'ultimo. Ultimamente mi è stato chiesto " ma non è troppo grosso per portarlo così?" (matteo ha 22 mesi), avrei voluto rispondere tante cose, spiegare le motivazioni che ci spingono a portare ancora Matteo in fascia (a parte quella che stando in un supermercato non era il caso di correre dietro al nostro cucciolo che voleva toccare tutto quello che c'era ;)  ), ma la per la mi è venuta in mente solo l'immagine di tanti genitori che a 3, 4 o 5 anni, ancora portano i bambini in braccio e mi è venuta fuori una risposta acidissima anche se non era quella l'intenzione "gli altri li portano in braccio, che cambia?", vorrei chiedere pubblcamente scusa a quella signora e spiegare che in realtà stavo riflettendo solo sul fatto che se i bimbi vengono portati in braccio, con enorme sforzo dei genitori non c'è nulla di male, un pezzo di stoffa che ci aiuta a fare la stessa cosa, agevolandoci è una cosa che genera stupore...e poi sono strana io che uso la fascia...ma!

Per vedere le foto finaliste del concorso e votare, cliccate qui
A me è piaciuta la prima, mi da l'idea della libertà e dell'armonia con la natura, il bambino, "il ritmo dell'uomo e delle stagioni", del vivere con lentezza assaporando la vita.

5 commenti:

  1. barbara, innanzitutto ti ringrazio ancora per aver partecipato al concorso. è stata davvero dura per noi scegliere le foto che ci avete inviato in moltissimie, come vedi, ci siamo rivolti a noi per il responso finale!
    bellissimo post anche se credo che tu sia fin troppo buona...
    a me sale una rabbia enorme invece nel vedere bambini di 3, 4, 5 anni trasportati nel passeggino. e la colpa, checchè se ne lamentino, è tutta dei genitori.
    la fascia (o altri supporti)permette invece al bambino fin da piccolissimo di interagire con il mondo e si stimola la sua curiosità.
    non è un caso che spesso i bambini portati inizino a camminare da soli(non intendo a fare i primi passi ma a camminare proprio)e poi chi li ferma più
    spesso mi sembra più un discorso di invidia...non so, magari mi sbaglio ma è come se chi ci giudica (a che titolo poi??!!)sentisse un enorme rimpianto per non aver fatto la stessa cosa. ma d'altronde, che avrebbero detto "gli altri"?
    un abbraccio e complimenti ancora alla nonna!
    francesca

    RispondiElimina
  2. io non ho mai provato la fascia perchè non ho figli ne nipoti, non so dirti quanto sia comoda, ma se i bambini non piangono vuol dire che sono comodi :P

    non curarti delle critiche e delle battutine delle persone, se a te sta bene portare il tuo bimbo così, fallo pure...
    siete così carini :P

    RispondiElimina
  3. p.s. piaciuti i regali per il tuo compleanno?
    :PPPPPPPPPPPPPPPPP

    RispondiElimina
  4. Grazie Sonia, i regali mi sono piaciuti molto ^__^ e si, forse dovrei dare meno importanza alle battute degli altri, è solo che quando qualcuno mostra interesse anche in negativo, penso che sia un'occasione da sfruttare per diffundere una cultura diversa del crescere i figli. Ero più arrabiata per la mia risposta che non ha saputo abbattere un muro, anzi forse vi ha aggiunto un mattone. Con questo rispondo anche a Francesca, infatti anch'io prima mi arrabbiavo molto ma poi mi sono detta, ognuno ha il suo livello di sensibilità e comprensione per certi argomenti quindi non devo arrabbiarmi, sta a me fare del mio meglio per far comprendere agli altri il mio punto di vista, poi non è detto che debbano accettarlo. Sonia quando avrai dei figli ti consiglio davvero di provare la fascia, che sono sicura Francesca sarà lieta di fornirti, le sue sono bellissime, oppure un bel mei tai che potrei farti io...anche se credo che tu lo faresti molto meglio di me :)
    Visto che ci siamo vi annuncio in anteprima che sto cominciando a produrre una linea "bimbo a porter" che mi sembra geniale...del resto l'ho ideata io non poteva essere altrimenti ;P c'è voluto un pò ma alla fine è venuta fuori una bella idea, ci vorrà ancora un pò prima di postare tutto ma poi voglio i vostri commenti mi raccomando :)
    Dimenticavo...Francesca tu così mi provochi, io non lo volevo dire ma se dici che sono troppo buona ti dico com'era letteralmente la frase che ho detto alla commessa del super "finchè ce sta bene...e poi l'antri li portano 'mbraccio, n'è uguale?!" ora capisci perchè è acidida, in romano c'ha pure la cadenza della serie embè che voi? signora del super scusaaaaaa....

    RispondiElimina
  5. ben detto barbara!!
    aspetto di vedere la tua linea "bimbo a porter" allora...
    :)

    RispondiElimina