12 ottobre 2012

Una casa quasi Montessori #1

Oggi sciopero delle insegnanti quindi noi abbiamo deciso di non uscire affatto, visto il temporale e la paura che mi sono presa l'altro giorno (uscendo dalla riunione con le maestre non riuscivo più a camminare, mi tremavano e gambe e non stavo in piedi) ce ne stiamo tranquilli a casetta. Le cose da fare non mancano, tra angoli da esplorare, storie da raccontare e lavori da terminare, oltre alla normale routine di ordino, spazzo, lavo ecc.
pannello sensoriale (per lo spazio centrale cerco
ispirazioni, fatevi avanti)


la cameretta con ogni esperienza alla giusta altezza
(abbiamo tolto cavalletto e colori perchè piccolo kriptonite li ciucciava)

uno spazio dedicato in cucina 
(lo so il seggiolone non è molto montessoriano ma ne parleremo)

angolo montessori in sala (versione iniziale vi mostrerò 
l'allestimento attuale)
L'unica cosa che mi preoccupa è il continuo, ininterrotto, martellante "giochiamo a un gioco?" e "continuiamo?!". E' bellissimo che Matteo voglia sempre giocare con me ma non mi lascia fare altro; è capace di innervosirmi tantissimo e tutti i buoni propositi di non alzare la voce spariscono in un momento.
Ho sempre detto che mettersi a nudo raccontando di se attraverso un blog, ad esempio, è un buon modo per  impegnarsi di più ad essere coerenti con l'immagine di se che si proietta, allora visto che non riesco più a contenere le mie urla, vediamo se facendo pubblica ammenda riesco ad essere una mamma un pò più calma e che non si lascia sopraffare dalla stanchezza mentale, che ormai è assodato che non c'ho il fisico.

4 commenti:

  1. è capitata la stessa cosa anche a me....è capitata con il primo cucciolo, quando aveva 2 anni, sono "impazzita"! avevo proprio bisogno di staccare da quello che avevo creato...un piccolo mostro curioso pieno di energie giocante ecc ecc...siamo passati da travasi, lavaggio di piatti, pittura a dita, didò tutto home made a...tv per mezza giornata...le cose sono andate meglio quando ha iniziato la sez ponte...ma cmq avevo sensi di colpa perchè avevo spmesso e accantonato tutti i miei progetti....ora con il secondo di 8mesi nn so se riuscirò a fare le cose come un tempo...ma sono sicura che ci proverò, a ricreare almeno un ambiente sereno...e poi quando l'urlo scappa.....è scappato....appena possibile chiedo scusa e spiego che sono stanca...e cerco di chiacchierare con chi può ascoltarmi...sfogarsi, parlare, è davvero capire "quel che si proietta"...grazie per aver scritto la tua esperienza...siamo tutte mamme super innamorate dei nostri cuccioli!!! un abbraccio, michela(la ragazza dell'ikea).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela! che bello che sei passata a trovarmi!

      Elimina
  2. Bentornata!!che piacere ritrovarti,ero quasi in pensiero!
    Ho letto con piacere delle vostre belle vacanze e di questo ritorno alla quotidianità, che è sempre difficile!la metafora del cavallo imbizzarrito poi è meravigliosa!
    A presto!

    RispondiElimina
  3. grazie cara! spero di tenere il ritmo. baci!
    ho visto le tue vacanze, decisamente approvo, non sono vacanze se non c'è un pò di montagna!

    RispondiElimina