13 gennaio 2011

Avventure di "pasta di zucchero"

Vi ricordate la superstupendafavolsa torta che ho preparato per il compleanno di Barbacucciolo?
Ci ho messo quasi un giorno a farla e non so se ripeterò l'impresa, sono ancora un pò provata...si lo so e lo sapete anche voi, il prossimo anno ci sarà una nuova superstupendafavolsa torta, che non sarà poi così superstupendafavolsa ma che farò comunque con tutto l'amore possibile, sperando di imparare a farla davvero bene un giorno o l'altro.
Per ora volevo mostrarvi il dietro le quinte delle mie disavventure con la pasta di zucchero, prima di cominciare con i preparativi per l'imminente secondo compleanno della cuginetta, la cui mamma si che sa fare cose eccezionali con le mani.
Prima di tutto ringrazio Muccasbronza, che ormai è la mia guru ufficiale in fatto di dolci, per la ricetta della pasta di zucchero, che non riporterò perchè la trovate sul suo blog nella colonna a destra.

Preparato l'impasto e già li i primi problemi..."ma scaldo? e quanto scaldo? ma lo zucchero basterà? oddio non basta! eppure avevo seguito le dosi della ricetta O.o  Chiamo Tata... TATAAAAaaaaa solo tu mi puoi salvare! Compra tutto lo zucchero a velo che trovi che qui si è appiccicato tutto e non si stacca più"... O.o

Non so come ma in un modo o nell'altro sono riuscita a fare l'impasto, l'ho fatto riposare dodici ore e comincio a stendere una sfoglia sottile ma non troppo


aiutandomi col mattarello la sollevo 

la stendo sul pandispagna...
ma come la faccio aderire?

proviamo a tagliarla e ad usare l'acqua come con la creta :p

più o meno ci possiamo accontentare


col dorso del pennello da cucina cerco di correggere le imperfezioni

facciamo il marrone col cacao per fare le macchie della mucca


ho polverizzato le codette di zucchero rosa e le ho usate tipo acquerello

dipingendo col pennello

ecco la testa della mucchina...mi posso accontentare

Il pandispagna è fatto con la ricetta classica che troviamo dietro le bustine di lievito (ho raddoppiato le dosi arrivando a 10 uova per ciascun pandispagna), la crema l'ho fatta col latte di soja ed i limoni del giardino di zia Adriana; ho usato lo sciroppo delle pesche sciroppate per bagnare la torta, anche se avrei dovuto usarne di più, e le pesche a pezzettini piccolissimi mischiate alla crema. Un pò asciutta ma buona!

Una chicca: non avendo trovato dei festoni a tema cowboy li ho fatti io usando la carta velina ritagliando sagome di cappelli, cavalli e mucche come si fa con le catenelle di omini che si prendono per mano (si capisce come?). L'idea è semplice ma l'effetto non è male, Matteo è rimasto incantato e quando papino gli ha chiesto cosa fossero lui felicissimo ha detto "fatto mamma!" 












3 commenti:

  1. sei stata bravissima..io pensavo di fare qualcosa per compleanno twins...ma visto il tempo da dedicare alla preparazione mi sa che ci ripenso... anche io seguo mucca sbronza...favolose le sue decorazioni :)

    RispondiElimina
  2. Non ti preoccupare, la pasta di zucchero si vende anche in panetti pronti da stendere e già colorati. Il pandispagna l'ho fatto perchè avevo tempo ma puoi ordinarlo dal tuo fornaio. Così bastano un paio d'ore. Il prossimo anno la festa sarà solo con pochi bimbi (3,4), mi concentrerò più sulle attività da proporgli che sul cibo, ad un certo punto non sapevo più neanche se Matteo aveva mangiato

    RispondiElimina